LA CHIAVE GIUSTA PER COMUNICARE CON I PAZIENTI


Spesso sottovalutata, è invece davvero incredibile l’efficacia e la potenzialità dello strumento del “Video Consulto” per finalizzare il servizio sanitario dedicato ad un paziente, ad esempio: nella fase di gestione e di proposta del Piano di Cure, ma ancora prima, sin dalla fase iniziale del rapporto sanitario, cioè quella della Pre Visita e/o del Triage (obbligatorio per l’emergenza Covid-19).  

 
Il mio suggerimento per gli operatori sanitari è stato, continua ad essere e tanto più sarà il seguente: nella fase successiva dell’Emergenza, sviluppare una Strategia in grado di mantenere (ovviamente insieme alla prevenzione con i DPI, alla riduzione dell’aerosol, all’organizzazione efficace degli appuntamenti) una comunicazione effettiva, anche visiva, in termini di relazione ed ascolto attivo dei Pazienti.
 
Ciò lo si può fare anche implementando un servizio automatizzato di invio di newsletters, oppure creando degli interessanti post sui propri canali social, ovvero inserendo una pagina con le FAQ nel sito ma, anche e soprattutto, sviluppando ed attivando una fattiva assistenza online con ”chat” e/o, meglio di ogni cosa, istituendo un servizio di “Video Consulti”, attraverso un sistema dedicato e da ultimo, realizzando delle Mini Guide con tutti i consigli del caso, siano esse in formato PDF oppure, meglio, in formato video!
 
Dovrebbe essere chiaro a tutti, marketer e professionisti della salute compresi, che in questo momento non è proprio il caso di implementare e mettere online delle “Campagne di Servizi” ed è invece lampante che si possa, anzi si debba comunque, investire in Comunicazione di Valore, magari utilizzando le opportunità di marketing nascoste “tra le righe” in questa particolare fase storica.
 
Il mio consiglio è quello di focalizzarsi su obiettivi legati al Brand, al Customer Care ed alla Lead Generation di alta qualità, per tentare l’acquisizione di nuovi contatti da riutilizzare dopo la crisi, durante la ripresa, studiando nuovi e più efficaci percorsi di conversione, nonché promozioni ad hoc, magari più specifici per quei contatti precedentemente acquisiti.
 
Ovviamente, tutto ciò dipende molto dal settore di appartenenza ma, il mio suggerimento di oggi, che rimane valido per tutti gli operatori sanitari è: implementare una campagna di lungo periodo, con contenuti di alto valore, dedicati al “brand awareness” (grado di conoscenza del brand da parte del pubblico) che può, anzi, che dovrebbe rimanere sempre attiva online!
 
Insomma, in questo preciso momento, informare dovrebbe diventare un “must” ovvero, un’azione strategica, soprattutto in un periodo in cui c’è più tempo per fruire dei contenuti migliori, anche se un po’ lunghi da leggere e/o da vedere.
 
Per concludere; se sei un professionista della salute, ricorda che: più persone sono on-line, più pazienti sono in cerca di risposte, consigli e conoscenza. Ma, soprattutto, sono in cerca di contatto umano con il professionista che li farà “sentire bene” per davvero!
 
IL PUNTO E’ TROVARE LA CHIAVE GIUSTA PER COMUNICARE….
 
Ed io credo di averla trovata ===> CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU‘